Settore – 5E

Piana Reatina, Riserva Naturale Laghi Lungo e Ripasottile, Colli sul Velino, Labro, Morro Reatino (vedi Figura 7)
A partire dall’intersezione dell’alveo del fiume Velino con il confine regionale Lazio – Umbria, a N della stazione ferroviaria Labro Moggio, in adiacenza al lago di Ventina, il limite del Settore 5E procede sul confine regionale, toccando la sponda del lago di Piediluco (anche limite comunale di Labro), l’intersezione della strada Ternana a Ponte Catenaccio, risalita alla vetta del M. Posatore, toccando quindi il Fosso di Pacce, dove il limite regionale diventa anche il limite del comune di Morro Reatino, poi l’attraversamento del Fosso di Leonessa, risalita della Costa di Lignano, la Porcareccia, fino a raggiungere quota 807m dove abbandona il confine regionale per rientrare in direzione S lungo il confine comunale orientale di Morro Reatino; oltrepassa la vetta del M. Pùzzari seguendo sempre il confine comunale di Morro Reatino, limite occidentale del territorio del comune di Rivodutri, per risalire il Colle Copparotto, poi continua a percorrere il confine comunale nel Fosso Filundici, giungendo sulla strada SS n. 79, in località “la Spera”, ne percorre un breve tratto in direzione SE, fino all’incrocio con la SP 3b (prossimità Casale Quercetti) quindi percorre la via S. Susanna SP 3 in direzione NE, località “l’Ospizio”, fino a giungere in prossimità di Case S. Susanna a Pié di Colle dove si piega in direzione SE sulla via Tostoni, transitando per C. Vicenna giungendo all’incrocio e risalendo in direzione NE la strada di Borgo Provaroni fino a Borgo San Pietro. Qui il limite del Settore 5E piega in direzione S lungo la strada Loc. Villa Bravi, che percorre toccando le località di C. Marcelletti, lo Spaccetto, giungendo con l’ultimo tratto di via Gramsci a prendere, all’incrocio, la direzione SO e con un breve tratto stradale arrivare a Ponte Capo d’Acqua; prosegue in direzione S – SO lungo via Garibaldi, superando la località S. Margherita, il Fosso di Valle Tribolata, giungendo a C.ne Torretta, dove piega a NO prendendo via dei Laghi fino a raggiungere, con un cambiamento di direzione verso S, l’incrocio con la via Ternana SS79, in località C. Biancini, che prende in direzione NO per abbandonarla al bivio in prossimità della località Voglieti, dove segue via Cese in direzione SO fino ad entrare nell’alveo del fiume Velino in prossimità di C. Terscozio.
Da questo punto il confine del Settore 5E ricalca, nella risalita del Velino in direzione N, il limite dell’Area E e del Settore 3N; transita per Piedifiume e in prossimità della località Canale abbandona l’alveo fluviale e prende via Fiume Velino, sempre in direzione N. Superata Palombara percorre via Montisola e, superato S. Vincenzo, all’incrocio prende via Rosce, piegando a E, fino a rientrare nell’alveo del fiume Velino a “le Rosce” o “Roscie”,alveo che percorre in direzione N fino al limite regionale dove chiude il perimetro in prossimità del lago di Ventina.