Settore – 2E

Cittaducale, Grotti (vedi Figura 4)
Partendo da Rieti (Porta d’Arci), il limite del Settore 2E percorre la SS4 Salaria direzione L’Aquila e, poco dopo la progressiva del km 99, a Villaggio Cotilia lascia la SS4 per immettersi a dx, direzione SO, sulla SP22 Cittaducale – Fiamignano fino ad incontrare l’alveo del fiume Velino che segue fino al ponte stradale di Vasche, tornando sulla Salaria poco dopo la stazione ferroviaria di Castel Sant’Angelo. Il limite percorre quindi la SS4 direzione Antrodoco e, superato l’abitato di Canetra, al ponte di Santa Margherita a Borgovelino, progressiva del km 107, abbandona la Salaria e, in direzione SE, inizia a percorrere il confine comunale Borgovelino – Castel Sant’Angelo fino all’incrocio (1302m) con altri limiti comunali (Petrella Salto, Cittaducale). Da qui, in direttrice SO, sempre sul confine comunale Cittaducale – Petrella Salto, il limite del Settore transita per la vetta del M. Serra Secca, discende il crinale fino ad immettersi in direzione S su una sterrata che discende fino alla SP22 che percorre, sempre in direzione S, transitando ai piedi dell’abitato di Capradosso, proseguendo fino a giungere a Casali S. Maria, in direzione Petrella Salto; il limite prosegue sul raccordo stradale per lo svincolo sulla SR578 Salto – Cicolana. Dallo svincolo percorre il breve tratto, direzione Petrella Salto, fino a incrociare il sovrappasso della strada che a dx, direzione S, porta a Cerreta. Da qui verso S attraversa l’abitato di Cerreta e da questa località percorre la traccia che scende il Fosso Collelungo fino al ponte di Cerreta dove si innesta sulla SP67 in direzione della diga del lago Salto.
Alla diga il limite del Settore percorre l’alveo del fiume Salto, anche limite amministrativo tra i comuni di Concerviano e Petrella Salto, fino all’abitato di Grotti dove (località la Gabelletta) abbandona l’alveo e preso il ponte stradale oltrepassa il fiume Salto e continua parallelamente al fiume, in direzione NO, fino a Ponte Figureto dove rientra nell’alveo del fiume, direzione Rieti, percorrendolo ancora dopo la confluenza con il Velino fino al ponte Cavallotti a Rieti dove, abbandonato l’alveo fluviale, riprende la Salaria SS4bis per tornare a Porta d’Arci, dove chiude il perimetro